Diritti e tutela delle persone affette da Demenza e dei loro familiari

Sommario:
Il riconoscimento di invalidità e il riconoscimento ai sensi della legge 104/92 (legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).

01.07.2010

Guida informativa per le famiglie

Il materiale che proponiamo di seguito è frutto del lavoro svolto con un gruppo di familiari che ha aiutato gli operatori della cooperativa GenerAzioni a raccogliere alcune informazioni utili acquisite attraverso l'esperienza di cura dei propri cari, per metterle a disposizione di altre famiglie a loro volta impegnate nell'assistenza di una persona anziana e/o malata, allo scopo di facilitarle e di esprimere solidarietà nei loro confronti.
Le informazioni raccolte riguardano alcune questioni di carattere generale tra cui: la richiesta di riconoscimento dell'invalidità civile, la richiesta di riconoscimento dell'handicap (L.104/1992), l'assistenza del malato di Alzheimer e la possibilità di fruire del servizio di badanti in maniera regolare.

A proposito di invalidità civile alle famiglie può essere utile sapere che...

Nel nostro Paese, per accedere alla rete di servizi, provvidenze, agevolazioni previste a favore di coloro che presentano minorazioni fisiche, psichiche, sensoriali (siano esse di natura congenita o acquisite), è necessario che tali menomazioni siano ufficialmente riconosciute dallo Stato attraverso i vari Enti di propria emanazione.
Pertanto, il cittadino affetto da minorazioni, fisiche, psichiche o sensoriali, congenite o acquisite, per ottenere i benefici di legge e le provvidenze economiche previste per gli invalidi civili, deve necessariamente presentare domanda.

Per definizione l'invalidità civile "è la difficoltà a svolgere alcune funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione, a causa di una menomazione o di un deficit psichico o intellettivo, della vista o dell'udito". Secondo la legge vigente è considerato invalido civile:
- il cittadino di età compresa tra i 18 e i 65 anni che ha menomazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, che ha una riduzione della capacità di lavoro non inferiore a 1/3;
- il minore di anni 18 con difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie dell'età;
- il cittadino con più di 65 anni che ha difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età.
Non sono considerati invalidi civili: gli invalidi di guerra, del lavoro o per servizio, i ciechi civili e i sordomuti che sono tutelati da norme specifiche.

Dal 1°gennaio 2010 è l'Inps e non più l'ASL di riferimento a prendere in carico le domande di invalidità civile. Proponiamo di seguito i passi necessari per richiederla.

  1. Innanzitutto, la persona interessata deve rivolgersi al medico curante o allo specialista di fiducia che deve compilare la certificazione per la domanda di invalidità civile e trasmetterla all'Inps per via telematica;
  2. il medico certificatore* consegna al richiedente la stampa firmata del certificato (che dovrà essere esibita all'atto della visita) unitamente alla ricevuta della sua avvenuta trasmissione all'Inps;
  3. ENTRO E NON OLTRE 30 GIORNI dalla data di trasmissione del certificato medico all'INPS, la persona interessata deve presentare la domanda di accertamento dell'invalidità:

A. personalmente on line, collegandosi al sito internet dell'INPS (www.inps.it). A tal scopo l'interessato deve essere munito di un codice PIN che può richiedere direttamente sul sito oppure al Contact Center INPS al numero 803164.

Oppure:

B. attraverso gli enti di Patronato, le Associazioni di categoria o gli altri soggetti abilitati.

  1. una volta inoltrata la richiesta di accertamento di invalidità, il sistema rilascia una ricevuta di accettazione della domanda;
  2. successivamente, l'interessato riceverà per raccomandata la convocazione per la visita di accertamento alla quale dovrà presentarsi munito di copia della ricevuta del certificato medico, della domanda di accertamento e di tutta la documentazione sanitaria in suo possesso;
  3. dopo la visita di accertamento l'interessato riceverà l'esito pronunciato dalla commissione medica.
  4. in caso di riconoscimento di invalidità con diritto ad una prestazione economica, l'interessato dovrà completare la domanda con i dati necessari per l'accertamento dei requisiti reddituali e personali.

* Non tutti i medici sono abilitati ad attivare la pratica di richiesta di invalidità. L'elenco dei medici certificatori è disponibile sul sito dell'Inps o si può richiedere presso gli sportelli dell'Inps.

... e a propositto di riconoscimento dell'Handicap (Legge 104/92).

Portatore di handicap è colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale.
Il disabile che si trova in tali condizioni può ottenere il riconoscimento del proprio handicap e dello "stato di gravità" (artt. 3 e 4 legge 104/92) inoltrando domanda per l'accertamento attraverso la medesima procedura prevista richiedere l'invalidità civile. Non è necessario pertanto presentare due domande distinte ed è consigliabile chiedere il riconoscimento dell'invalidità e dell' handicap contemporaneamente.
L'handicap viene considerato grave quando la persona necessita di un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o di relazione (art.3 comma 3, legge 104/92).

L'obiettivo della legge n. 104/92 è quello di prevenire, rimuovere o ridurre le condizioni che non permettono al disabile lo sviluppo, la partecipazione e la piena realizzazione dei diritti civili, politici e lavorativi. Essa prevede il riconoscimento della gravità dell'handicap e permette di ottenere benefici ed agevolazioni a favore della persona riconosciuta invalida ed in situazione di handicap o dei familiari che se ne prendono cura.

SENZA il riconoscimento della gravità dell'handicap, l'interessato o il familiare che se ne prende cura ha diritto a sole agevolazioni fiscali:

CON il riconoscimento della gravità dell'handicap, l'interessato o il familiare che se ne prende cura, anche se non convivente, ha inoltre il diritto:

NB. È bene ricordare che l'accertamento dell'handicap può essere richiesto anche contemporaneamente alla domanda di accertamento dell'invalidità: non è necessario pertanto presentare due domande distinte,

A proposito delle Badanti alle famiglie può essere utile sapere che...

Oggi sempre più di frequente le famiglie che intendono prendersi cura del proprio familiare al domicilio scelgono di ricorrere al servizio di assistenti familiari per riuscire a garantire un'assistenza continuativa. Molto spesso accade che, per trovare un assistente familiare, le famiglie si aiutino col "fai da te" attraverso il passaparola tra conoscenti che hanno avuto la stessa necessità.
Rispetto alla possibilità di fruire del servizio di un assistente familiare in maniera regolare è opportuno segnalare che:

  1. per trovare e assumere un "assistente familiare" attraverso un contratto regolare o avere consulenza gratuita in proposito è possibile rivolgersi allo "Sportello Occupazione e Servizi alla Persona" sito in Via Monte Gleno 2, a Bergamo. Lo sportello è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30 e il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle 14.00 alle 16.30. È possibile prendere contatti al numero 035.387741 .
    Oltre che per il reperimento dell'assistente familiare, tale sportello garantisce assistenza gratuita per la stipulazione del contratto di lavoro regolare della badante.
  2. Se la famiglia interessata al servizio prestato da un assistente familiare ha già autonomamente individuato la persona che intende assumere può chiedere di essere aiutata a stipulare il contratto lavorativo compilare le buste paga in maniera regolare ai Sindacati presenti sul territorio.

Assumere una badante in regola consente di detrarre le spese sostenute con la dichiarazione dei redditi e, qualora vengano previsti dagli enti preposti, anche di beneficiare di buoni sociali per badanti.

HOME


© 2014 siti al TOP